Condimenti per una corretta alimentazione

Questo articolo si propone di indicare non solo quelli che sono gli ideali tipi di condimenti nella dieta, ma anche quelli che sarebbe bene usare tutti i giorni durante i pasti.
Per condire i piatti è preferibile utilizzare l'olio extravergine di oliva. Esso è ricco di sostanze antiossidanti e si è dimostrato in grado di ridurre il colesterolo totale, il colesterolo LDL ed i trigliceridi. Inoltre ha un effetto positivo per la riduzione della pressione arteriosa.
E' meglio invece ridurre l'uso del burro, che comunque è da preferire rispetto la margarina. Il primo infatti contiene vitamina A e una discreta quantità di vitamina D ed E, ma è ricco di acidi grassi saturi, che, se in eccesso possono favorire le malattie cardiache. La margarina invece è un'emulsione di acqua e grassi che può contenere sale o additivi alimentari. Essa contiene acidi grassi idrogenati di tipo trans che hanno anch'essi effetti negativi sui livelli di colesterolo (aumentano il colesterolo cattivo e diminuiscono il colesterolo buono).

Per quanto riguarda gli oli di semi è bene non utilizzare oli di semi vari, ma solo oli di un unico seme.
Per ridurre il contenuto di grassi dei piatti, è possibile diminuire l'olio, grazie all'aggiunta di aceto e limone.

I primi piatti possono essere insaporiti con verdure grigliate, pomodoro, ragù vegetale, funghi freschi, al posto di panna, besciamella, pancetta, ecc.

Altri condimenti utili a ridurre grassi e sale sono le spezie, ricche di sostanze benefiche ed in grado di dare sapore alle preparazioni in cucina. Alcune ricette più ricche possono prevedere ricotta di mucca con prosciutto crudo a tocchetti, bresaola, piselli o gamberetti.
Via libera inoltre ad aglio, cipolla, peperoncino, tabasco. Per le insalate si può preparare una salsa allo yogurt magro, con aglio, cetrioli e sale.


Dott.ssa Sarah Giuffrè
giuffre.sarah@gmail.com


Share